Viaggiare dopo i 50: le mete più ambite in coppia o da sole

Viaggiare dopo i 50: le mete più ambite in coppia o da sole

Se credete che dopo i cinquant’anni la passione per i viaggi tenda a scemare, forse dovreste fare un giro sul profilo Instagram di Babushka_1927, all’anagrafe Lena Erkhova, la nonna russa che all’età di 83 anni ha deciso che era giunto il momento di andare a scoprire il mondo e che da allora non ha più smesso di farlo. Baba Lena, che ora di anni ne ha 90, conta più di 39000 followers e avventure in tutto il globo, dall’America Latina all’estremo Oriente passando per l’Europa.

Si tratta ovviamente un caso limite, ma dimostra qualcosa di importante: non è mai troppo tardi per iniziare a viaggiare per il mondo. Molte coppie in pensione approfittano del maggior tempo libero a disposizione per fare viaggi lunghi lontano dalle alte stagioni. E non mancano le donne che decidono di esplorare da sole paesi lontani, affidandosi a circuiti organizzati o ai consigli di altre viaggiatrici solitarie.

I nuovi viaggiatori: over 50 e con un po’ di tempo libero

Nel 2012 un blog dedicato alla cosiddetta “terza età” riportava le considerazioni dei tour operator, che sempre di più stanno puntando sugli over 50 nella loro offerta turistica. Il motivo? Sono loro i “nuovi viaggiatori”: con più tempo libero e più voglia di scoprire mete esotiche e lontane. Con l’età, però, si diventa più esigenti, e così sono necessarie delle certezze: poter coniugare arte, storia, benessere e gastronomia, e poter contare su alloggi confortevoli a prezzi certi: l’improvvisazione è mal tollerata.

E le donne che viaggiano da sole? Sono sempre di più i circuiti turistici che offrono programmi personalizzati per garantire divertimento e sicurezza alle loro clienti, e sempre di più le viaggiatrici che raccontano le loro esperienze in forum e blog personali a vantaggio delle loro coetanee. C’è chi ha costruito una nuova vita e un nuovo lavoro in un paese diverso dall’Italia, o chi semplicemente considera il viaggio in solitaria come un’occasione di scoperta da fare almeno una volta l’anno. C’è anche chi cerca “amiche di valigia” di ogni età con cui condividere tempo ed esperienze. Certo è che il settore turistico non resta a guardare.

Viaggi da sola? Qualche meta che dovresti considerare

Cultura, benessere, gastronomia e storia: sono questi – si è detto – i punti fermi dei viaggiatori over 50. Se si viaggia da sola si aggiunge un ulteriore elemento: quello della sicurezza. Lo scorso inverno il noto motore di ricerca di viaggi Skyscanner ha stilato una classifica dei 15 paesi più sicuri per le donne che viaggiano da sole, facendo eco alla rubrica del Corriere della Sera Dove, che di mete ideali ne ha individuate dieci.  Vediamone qualcuna:

  • Penisola iberica. La Spagna e il Portogallo sono fra le mete più sicure per chi viaggia in solitaria. La Spagna mette anche a disposizione un portale molto ricco in cui trovare tutte le informazioni necessarie alle donne che viaggiano da sole http://www.focusonwomen.es/
  • Giappone. È uno fra i paesi che per primi hanno risposto con un’offerta turistica adeguata al trend dei viaggi al femminile. Per questo è fra le mete più gettonate dalle viaggiatrici di ogni età (che amano i Ryokan, raffinate locande termali che conservano intatte le tradizioni del paese).
  • Thailandia: lo scorso agosto è stato dichiarato “il mese delle donne viaggiatrici”. Un paese sicuro e ricco di fascino, dove l’arte e la cultura incontrano il paesaggio naturale in un connubio perfetto.
  • Dubai. Non è fra le prime mete che vengono alla mente pensando a un viaggio al femminile, eppure sono moltissime le occasioni di divertimento e relax dedicate alle viaggiatrici. Quanto all’ospitalità, il Jumeirah Emirates Tower riserva un intero piano alle donne.
  • Est Europa: Bulgaria, Romania, Ungheria. Tra le mete più ambite dal punto di vista paesaggistico, sono anche piuttosto economiche. Imperdibili Sofia, Budapest (con i suoi centri termali) e Bucarest.
  • Il Grande Nord. L’Islanda e la Scandinavia offrono paesaggi ed esperienze incredibili. E se non si vuole viaggiare on the road, lo si può fare on the boat: la crociera sui fiordi norvegesi è fra le esperienze più suggestive per viaggiatori di ogni età.

Per sentirsi ancora più tranquille, anche la tecnologia può venirci in aiuto: a questo link un elenco delle risorse e delle app pensate appositamente per le viaggiatrici solitarie.

Buon viaggio!

Commenti

DISQUS: 0
convenzioni