Attività Fisica in Menopausa: Regolare il Proprio Peso

Attività Fisica in Menopausa: Regolare il Proprio Peso

Il Peso della Menopausa

Come visto in precedenza, l’Attività Fisica è per tutti uno spunto per migliorare le proprie abitudini ed il proprio stile di vita. Per le donne in menopausa diventa anche uno strumento utile ad equilibrare l’organismo in un periodo di grandi cambiamenti fisici.

Con l’esercizio fisico si consumano le calorie in eccesso, riducendo così il rischio di sovrappeso e di obesità poiché l’attività fisica continuativa abbatte l’aumento di peso e migliora la distribuzione del tessuto adiposo corporeo.

In menopausa si accumula peso in modo diverso rispetto all’età fertile, a causa del cambiamento ormonale che diventa più simile a quello degli uomini. La distribuzione del grasso corporeo varia: si deposita infatti soprattutto a livello addominale e sul tronco, a differenza di quello che accade durante il periodo fertile, in cui il grasso si accumula sui fianchi, le cosce ed i glutei.

Le Attività ed i Benefici

Qui entra in gioco l’attività fisica. Le attività consigliate per regolare l’aumento e la distribuzione del tessuto adiposo sono: MarciaCorsaBiciclettaNuotoSci di Fondo.

L’esercizio aerobico consente di bruciare i grassi, contribuisce al dimagrimento ed al mantenimento del peso forma.

 

Inoltre può:

ridurre l’insulino-resistenza con la diminuzione del rischio di diabete tipo2  (Ross, 2003) tenendo presente che le fibre muscolari costituiscono il 30% di tutti i tessuti insulino-sensibili;

incrementare la massa magra a discapito di quella grassa. Ciò porta alla riduzione del grasso viscerale e del rischio cardiovascolare (Ross et al, 2000) e maggior consumo (ossidazione) dei trigliceridi contenuti nelle cellule grasse (adipociti) con conseguente calo ponderale.

Dalla letteratura scientifica emerge ancora che:

– l’inattività ed un basso livello di efficienza cardiorespiratoria sono predittivi di mortalità tanto quanto lo sono il sovrappeso e l’obesità (Blair et al,1999);

– sembra che l’attività fisica non solo attenui i fattori di rischio in soggetti obesi ed in sovrappeso, ma soggetti obesi che sono sportivamente attivi hanno una minor mortalità di individui sedentari normopeso;

– il rischio di mortalità decresce proporzionalmente all’incrementare della massima potenza aerobica.

È bene quindi sottolineare come i benefici di un’attività fisica adeguata e regolare abbiano risvolti positivi non solo nei confronti dei fattori di rischio, ma anche sui parametri ormonali (e quindi sull’invecchiamento), respiratori e comportamentali.

[[fonte:  “L’IMPORTANZA DELL’ATTIVITA’ FISICA PER IL MANAGEMENT DELLA  SALUTE IN MENOPAUSA”, della Dott.ssa Luisa Barbaro, Responsabile U.O. Consultori Area Metropolitana e Jonica, Dirigente Ginecologo Consultorio Familiare “Via del Vespro”, ASP 5 Messina]

Commenti

convenzioni